Follow Us On

Il Congresso di Maria Ausiliatrice presentato alla Consulta mondiale della Famiglia Salesiana

> Il Congresso di Maria Ausiliatrice presentato alla Consulta mondiale della Famiglia Salesiana

Proseguono i preparativi per il 9° Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, il cui tema, “Vi darò la Maestra”, allude al 200° anniversario del “Sogno dei nove anni” di San Giovanni Bosco. L’incontro si terrà a Fatima dal 29 agosto al 1° settembre 2024. Le iscrizioni si aprono a settembre.

Durante la Consultazione Mondiale della Famiglia Salesiana, che si è svolta a Torino dal 19 al 23 maggio, è stato presentato ufficialmente il tema del IX Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice: “Vi darò la Maestra”, che segnerà la celebrazione del 200° anniversario del “Sogno dei nove anni” di San Giovanni Bosco.

I Salesiani del Portogallo organizzano il IX Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, promosso dall’Associazione di Maria Ausiliatrice (ADMA), insieme al Segretariato della Famiglia Salesiana e alla Famiglia Salesiana Argentina.

Le iscrizioni saranno aperte dal 24 settembre sul sito del IX Congresso, dove a breve saranno aggiornate le informazioni sui costi di partecipazione.

L’iniziativa – che si è svolta per la prima volta nel centenario della morte di Don Bosco nel 1988 in Italia, presso la casa madre della Congregazione a Valdocco, Torino – si propone di approfondire la devozione a Maria Ausiliatrice all’interno della spiritualità salesiana.

Da allora hanno ospitato l’evento mondiale la Bolivia (Cochabamba, 1995); la Spagna (Siviglia, 1999); l’Italia (Valdocco, 2003, in occasione del centenario dell’incoronazione di Maria Ausiliatrice); il Messico (Città del Messico, 2007); la Polonia (Czestochowa, 2011); l’Italia (Valdocco e Colle Don Bosco, nel bicentenario della nascita di Don Bosco nel 2015) e l’Argentina (Buenos Aires, 2019, nel 150° anniversario della fondazione dell’ADMA).

La devozione a Maria è un elemento fondamentale del carisma e della missione salesiana. Il Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime, lo ha sottolineato alla chiusura del Congresso 2019 a Buenos Aires.

“Dobbiamo essere sempre più mariani, sempre più di Maria”, ha detto. “Senza Maria, non siamo i figli e le figlie che Don Bosco sognava. Possiamo essere qualcos’altro, ma non quello che Don Bosco sognava. Abbiamo il dovere di annunciare e proporre Gesù e sua Madre, Maria, senza paura e senza vergogna. Nel nostro cammino, Maria non può essere un elemento decorativo: è essenziale. Senza di lei, il nostro lavoro educativo e pastorale sarà vuoto, povero e inconsistente. Facciamo un annuncio più esplicito di Gesù e abbiamo più Maria sulle labbra”.

“In Maria, Giovanni ha trovato una Madre e una Maestra nell’ordine della grazia. Il suo compito è quello di introdurlo e accompagnarlo nell’autentica obbedienza della fede, in una ‘disciplina della fede’ che, contrariamente al sentire comune dei tempi moderni, raggiunge la massima libertà e la massima fecondità”, ha aggiunto il Rettor Maggiore.

Nel 2024 ricorrerà il 200° anniversario del “Sogno dei nove anni”, un sogno che la Famiglia Salesiana ha sempre considerato un punto di riferimento fondamentale per il significato, lo stile e lo sviluppo della missione salesiana nel mondo. A partire dal mese di luglio, l’Associazione, che conta più di 100.000 membri in 50 Paesi, offrirà un corso di preparazione al Congresso di Fatima sul sito www.admadonbosco.org/adma-on-line.

Related Posts